Cannella per la sindrome dell'ovaio policistico

apparato genitale
Questa spezia aiuta a regolarizzare il ciclo mestruale nelle donne affette da PCOS.
La cannella, è ben di più di un aromatizzante di molti dolci. Uno studio preliminare- condotto dai ricercatori del Columbia University Medical Center di New York, appena pubblicato sull’autorevole rivista American Journal of Obstetrics & Gynecology-  aveva come obiettivo quello di valutare se la cannella potesse avere qualche effetto positivo sulla sindrome dell’ovaio policistico (PCOS), una malattia che colpisce dal 5% al 10% delle donne in età fertile e che si ritiene sia causata da una insensibilità all’insulina. La terapia prevede alcuni farmaci – tra cui quelli per il diabete – la dieta, e trattamenti naturali come l’omeopatia.Tra i sintomi più evidenti vi è un’irregolarità del ciclo mestruale e una conseguente infertilità; acne, aumento di peli sul viso o sul corpo e  diradamento dei capelli.

Lo studio
E' stato condotto su 45 donne affette da PCOS, che sono state divise in due gruppi: ad uno è stato somministrato 1,5 g di cannella, sotto forma di integratore; all’altro gruppo un placebo, ogni giorno per sei mesi. Le donne che hanno completato il processo erano 16 per il gruppo “cannella” e  5 per il gruppo “placebo”. Dopo 6 mesi di test, le donne che avevano assunto la cannella mostravano un miglioramento significativo nella regolarità e nel tempo del ciclo mestruale, con una media di quasi quattro periodi mestruali, rispetto al gruppo di controllo. Due donne del gruppo cannella hanno poi riferito gravidanze spontanee dopo tre mesi di trattamento, ossia sono rimaste incinte senza ulteriori aiuti.

Secondo il dott. Kort, principale autore dello studio, non è ancora chiaro perché esattamente la cannella possa funzionare nel regolare i cicli mestruali nelle donne con PCOS, ma si sa che questa spezia può migliorare la capacità del corpo di elaborare il glucosio e l’insulina. A supporto di ciò vi è un precedente studio che mostra come la cannella riduca la resistenza all’insulina nei pazienti diabetici.
Sebbene sia stato dimostrato che l’assunzione della cannella agisce sul ciclo mestruale e favorisce la fertilità, non è stato dimostrato un rapporto di causa/effetto e un meccanismo d’azione della cannella. Per contro non sono stati evidenziati degli effetti secondari negativi nelle donne che l'hanno assunta ad alto dosaggio.

“Anche se piccolo, questo studio dimostra che la cannella può essere un trattamento efficace e poco costoso per i pazienti con sindrome dell’ovaio policistico, senza effetti collaterali particolari”, ha detto Steven T. Nakajima, MD, Presidente della Società di Endocrinologia riproduttiva e infertilità, dopo la presentazione dello studio effettuata durante il congresso internazionale tenuto a Boston a metà ottobre.

Cerca tra le Ricette

Contatti

mf-bianco

MilanoForward Sas
Via Osoppo 13
20148, Milano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.milanoforward.com
www.foodcreativity.it

S5 Box