Più spezie in alta quota

Spezie in volo
In aereo perdiamo una parte del nostro olfatto e del nostro gusto
Dall’inizio dei viaggi in aereo fino al 1987, i pasti che si consumavano a bordo erano molto curati e appetitosi: facevano parte dell’esperienza del volo, contribuendo a mettere  a proprio agio i passeggeri. Poi un dirigente dell’American Airlines, cominciò a fare due conti e si accorse che togliendo una sola olva dall’insalata, che veniva offerta sui voli della sua compagnia, si potevano risparmiare circa 40.000 dollari.

Da lì in poi è iniziata una corsa da parte di tutte le compagnie ad abbassare qualità e quantità di cibi offerti durante i voli, per migliorare i margini di guadagno. Ma ora, complice la crisi e la concorrenza sempre più agguerrita tra le diverse compagnie aeree, le cose sembra che inizino a cambiare. Un primo esempio potrebbe essere la Virgin, una grande compagnia aerea inglese, che per battere i concorrenti, ha assunto la famosa cuoca e food writer anch’essa britannica Lorraine Pascal, per studiare i menù per i bambini a bordo e per i passeggeri della prima classe.
Lorraine ha studiato per sei mesi con i cuochi della Virgin nel tentativo di creare i giusti piatti  per rendere la ristorazione in volo un’eperienza molto positiva. Durante questo periodo si è resa conto che vi sono molti prolemi da risolvere quando si tratta di cibi  da consumare in alta quota, malgrado l’aereo sia pressurizzato.

I cibi devono essere precotti a terra e solo riscaldati in volo, niente di croccante sopravvive e anche il pezzo di manzo più tenero diventa coriaceo. Ma la scoperta più singolare che la Pascal ha fatto è che sino ai 3000 metri di altezza il nostro gusto e olfatto funzionano correttamente. Ma quando si superano i 10000 metri di altitudine essi diminuiscono di circa un terzo: il  palato non percepisce più bene i sapori per non parlare del naso che diventa secco a causa della mancanza di umidità nell’aria e perciò inefficace. Per questo tutto sembra così insapore inodore e anonimo.

Secondo Lorraine Pascal occorre quindi aumentare la sapidità dei piatti. Per questo nei nuovi menù privilegia l’uso di spezie ed erbe perfetti per aumentare il  sapore, ma nel contempo ottendo che siano leggeri sani e aromatici. Nei nuovi menù vi saranno: insalata di manzo Thai con pinoli e salsa chili; salmone con asparagi lenticchie e spezie. Per i bambini striscioline di pollo marinate e fritte on piselli e patate e maiale in agrodolce.

Cerca tra le Ricette

Contatti

mf-bianco

MilanoForward Sas
Via Osoppo 13
20148, Milano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.milanoforward.com
www.foodcreativity.it

S5 Box