La top ten dei piatti più speziati

Sambal oelekI dieci piatti speziati più consumati nel mondo  hanno tutti come caratteristica  la piccantezza.
Essi pur essendo consumati in paesi diversi, secondo una statistica americana, sono tutti molto "hot" e sono i seguenti.

Sambal Oelek - Indonesia

Molto diffusa in Indonesia, Malesia, Singapore, Filippine, Sri Lanka e persino in Sud Africa. E’ una salsa che si ottiene macinando diverse varietà di peperoncino piccante. Di solito è di un rosso vivo e piccantissima; usata per fare altri sambal che differiscono per gli ingredienti aggiunti. Oelek è un termine di origine olandese e risale a quando gli Olandesi, con la compagnia delle Indie, avevano conquistato l’Indonesia. Lì il termine è diventatato ulek. L’ulek è una pietra di basalto, originaria di Giava, con cui si fa un utensile che è una via di mezzo tra un mortaio e un piatto che viene utilizzato per macinare il peperoncino. Il sambal oelek è usato come salsa di accompagnamento per pesci alla griglia o fritti; pollo fritto e molti altri piatti.

Vindaloo - India

E’ un piatto tradizionale indiano molto piccante che deriva da una pietanza introdotta dai portoghesi a Goa. Il nome deriva dal portoghese Vinha d'Alho (o vinhadalhos, da vinha vino e alho aglio). Spesso al posto della carne di maiale - che originariamente era l’ingrediente principale ed è vietata ai mussulmani - si usa l’agnello o il pollo marinati in aceto, zucchero, zenzero cui sono aggiunte molte altre spezie e, in grandi quantità, i peperoncini più piccanti che si riescono a trovare.

Wot - Etiopia

Il piatto tipico etiope è il wot, uno stufato piccante, con salsa di pomodoro, cipolle e spezie, che può essere preparato con diversi tipi di carne come il manzo e il pollo. Il forte sapore piccante è dato originariamente dal berberè, una miscela che si ottiene dalla polvere di peperoncino mescolata ad altre spezie (coriandolo, cardamomo, fieno greco, zenzero, pimento e pepe nero). Il wot viene servito, come quasi tutte le portate sulla injera che è un pane lievitato, piatto, spugnoso, ricavato dal teff (cereale locale) ed acqua, dal gusto acido e il forte odore di lievito.

Chicken jerk - Caraibi

Il jerk è un metodo di cottura per la carne originario della Giamaica. In questo caso, il pollo viene pennellato con succo di limone e poi strofinato a secco con una miscela di spezie tritate tra le quali ci sono peperoncini habanero, pimento, cannella, zenzero, noce moscata. Si lascia marinare una notte e poi si cuoce alla griglia o in forno.

Suicide chiken wings - Stati Uniti

Si prepara una salsa con brodo, aglio, pepe bianco e nero, salsa tabasco e salsa barbecue, polvere di peperoncino della qualità più piccante sul mercato e zucchero di canna in cui si immergono le ali di pollo già fritte. Popolarissimo in America, questo piatto piccantissimo è spesso oggetto di gare e chi mangia almeno 7 ali vince dei premi.

Bibimbap con Kimchi - Corea

Il bibimbap è un piatto tradizionale coreano, di solito il piatto principale di un pranzo o di una cena ed è di solito accompagnato da molti contorni (banchan). La parola bibimbap significa letteralmente “riso mescolato” e gli ingredienti principali sono il riso al vapore, le verdure e la pasta di peperoncino. Può essere servito con diversi contorni, il più comune è il kimchi, costituito da verdure fermentate con spezie tra le quali la più diffusa è il peperoncino, alle quali si possono aggiungere cipolle, zenzero, pesce salato o fresco.

Radish Sichuan Salade - Cina

Questa insalata, tipica della regione cinese dello Sischuan, la cui capitale è Pechino, è costituita da  radici  del tipo rapa e rapanello verdi rosse e bianche, condite con una piccantissima salsa a base di olio di peperoncino, pepe di Sichuan in abbondanza e olio di sesamo. E’ così piccante da essere definita “assordante”.

Papa a la Huancaina - Perù

E’ un piatto tipico della cucina peruviana a base di patate condite con una salsa  costituita da latte, olio, formaggio presco e aji giallo, un peperoncino di una varietà piccantissima che deriva dal Capsicum baccatum, una pianta già coltivata dagli Incas che può arrivare a 50.000 unità Scoville.
Jorge Stambury Aguirre - il più importante conoscitore della cucina peruviana, nel suo libro La Gran Cocina Peruana - racconta che il piatto è originario di Huancayo e nacque durante la costruzione della Ferrovia Centrale del Perù, che richiese una grande quantità di operai. L'alimento dei lavoratori era preparato da donne della popolazione huancas che bollivano le patate e le servivano condite con una salsa di formaggio mischiato con rocoto e latte e accompagnate con uova sode. La ricetta in seguito migrò a Lima ed il rocoto venne sostituito con il peperoncino giallo.

Gamberi alla Creola - America

Di questa pietanza esistono centinaia di versioni. L’originale arriva da New Orleans dove venivano definiti creoli i meticci della Louisiana. Si prepara una salsa piccantissima di peperoni verdi, cipolle, aglio, pomodori e salsa di pomodori, peperoncino piccante, salsa worcestershire, che deve cuocere alcune ore alla quale negli ultimi cinque minuti di cottura si aggiungono i gamberi del golfo.

Tom Yum

E’ una zuppa diffusissima in Tailandia e Laos. Letteralmente deriva dalle parole tom che indica il procedimento della bollitura e yam, una insalata acida e piccante usata nella cucina laotiana e tailandese. Ampiamente diffusa anche in Malesia e Indonesia, ha dato il nome anche a un film “Tom Yum Goong” che ha avuto un grande successo in quei paesi. Piccante e acida ha come ingredienti pricipali lemongrass, foglie e succo di lime, galanga, peperoncino in quantità e salsa di pesce. Alla salsa si possono aggiungere carne, pesce, maiale per creare pietanze diverse ma tutte assai piccanti.

Cerca tra le Ricette

Contatti

mf-bianco

MilanoForward Sas
Via Osoppo 13
20148, Milano

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

www.milanoforward.com
www.foodcreativity.it

S5 Box